scrivere per vivere vivere per scrivere

scrivere per vivere vivere per scrivere
La lettura di tutti i buoni libri è come una conversazione con gli uomini migliori dei secoli andati. (René Descartes) ****************************************************************************************************************** USQUE AD FINEM

lunedì 19 settembre 2016

Fronte del porto, ovvero di scribacchini genovesi e altre facezie


Molto bene, dopo quasi un mese torno a pubblicare un post. Ho però partecipato all'attività della blogosfera come semplice visitatore e commentatore.
Non è stato un mese improduttivo, anzi, oltre alle solite incombenze della vita, ho terminato la stesura del nuovo romanzo. Mancano i necessari accorgimenti per renderlo qualcosa di ben strutturato, ma ci siamo, è pronto. Ora ricomincia la solita trafila per proporlo e sperare che risulti degno di pubblicazione.
E JOSHUA
Joshua vive. È un romanzo che mi ha dato molta soddisfazione. Non ha sicuramente avuto il successo di vendite che un autore spera sempre di riscontrare, non ho nemmeno dati utili da fornire perché il mio editore non me li ha ancora forniti, però, perché c'è un però, il successo è arrivato comunque.
Il successo già, questa chimera. Cosa è il successo?
Per quello che mi riguarda, al di la dell'aspetto economico di cui tra l'altro non ho ancora avuto riscontri tangibili, per quello che mi riguarda, dicevo, l'aver ottenuto l'attenzione e il sostegno di tante persone mi ha fatto sentire già ricco.
Ho ricevuto mail di sconosciuti che si complimentavano, più donne a dire il vero. Mi sono arrivati messaggi da parte di lettori che in modo costruttivo hanno voluto chiarimenti in merito ad alcuni passaggi del romanzo. Con grandissima sorpresa mi sono state regalate recensioni assolutamente inaspettate e gradite. Ho visto il mio romanzo ospite di vetrine che blogger squisiti hanno voluto offrirmi senza che io lo avessi chiesto e senza nulla pretendere in cambio.
Quello che mi ha colpito profondamente è stato vedere altri autori che sprecavano tempo e parole per diffondere un'opera che non era la loro. Ho provato emozioni fortissime nel leggere le parole di chi si è preso la briga di raccontare i propri sentimenti dopo la lettura del mio romanzo.
Non parliamo di grandi numeri, ne sono sicuro, ma ritengo di poter parlare a ragion veduta di successo. Successo perché chi mi ha letto si è divertito, si è commosso, ha riflettuto. Questo per me è il segno di ciò che io considero successo. Il resto, gli aspetti più ridondanti e di valenza economica non potrebbero minimamente bilanciare la grande soddisfazione di un esordiente che ha desiderato dire la sua nel mare magnum dell'editoria e ha ottenuto dei riscontri così umanamente significativi.
Dico grazie a tutti. Non sono in grado di dire se di questo scribacchino che vi sta tediando riusciremo a farne uno scrittore vero, però grazie. Per il sostegno, l'affetto, l'incitamento a far meglio.
La lista delle persone da ringraziare è lunghissima, QUI trovate il link di tutti i recensori. Ma non dimentico nemmeno coloro che si sono presi la briga di mandarmi mail o contattarmi privatamente su FB, linkedin o quant'altro.
L'aspetto più triviale di questo post non può essere escluso, infatti, QUI e QUI, ci sono i link per acquistare Joshua su  ibs e Amazon.
Un anno dalla pubblicazione, quasi, un anno ricco di soddisfazioni e piacevoli incontri di persone fantastiche. Pochi, pochissimi gli incontri poco produttivi, ovviamente guardando la mia barra laterale di sinistra è facile capire che io per primo ho supportato molti altri autori.
Non voglio fare una lista perché mi sembra pura piaggeria, ma chi mi è stato vicino sa bene, molto bene, che ha un pezzetto del mio cuore nelle sue mani, altro non posso donare.
Per il resto … chi vivrà vedrà. Fine della tiritera.
Uh, vi ho sfiancato con tutte queste chiacchiere? E vabbè su, forza, poi passa. Chi ha avuto modo di conoscermi un po' meglio sa che dietro l'apparenza di casinista e cazzaro c'è una persona sincera.

Alla prossima.





© 2016 di Massimiliano Riccardi

56 commenti:

  1. Quello che mi piace di questo autore è la sincerità, che non se la tira, che è sempre positivo, che ha capito che cosa sia il vero successo nell'editoria come nella vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Helgaldo, non hai idea della gioia che mi stai dando in questo momento. Ti assicuro che non ne hai idea. Grazie.

      Elimina
  2. Sono contento per te, grande uomo! Ma anche spero che ti vada meglio che a una mia amica che ha pubblicato un libro con un editore che doveva mandarle un "resoconto vendite" ogni sei mesi. Dopo cinque anni sta ancora aspettando il primo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ivano, grazie, sai la stima che nutro nei tuoi confronti, quindi puoi immaginare la contentezza di quando mi regali una tua visita. Per il resto... vedremo, i rischi ci sono sempre e anche grossi.

      Elimina
  3. Complimenti per il romanzo pubblicato che mi pare abbia avuto apprezzamenti sinceri e numerosi! Il successo secondo me non significa molto in sé, come sempre dipende da come lo si intende (capiamoci... non che quello di vendite faccia schifo! XD).
    E ti auguro di avere sempre dalla tua parte l'ispirazione e la motivazione per creare nuove storie. Sulle capacità, mi pare che nessuno abbia dubbi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Glò, in merito a quello che considero essere il successo ho detto la mia. Non faccio voli pindarici e non trascendo mai da quelle che sono poi le mie poche prerogative espressive. Ho i piedi ben piantati a terra. Mi aiuta il lavoro che faccio, ogni giorno respiro odore di sangue, merda, vedo lacrime di gioia e di dolore, vivo scazzi e soddisfazioni. Ora, tanto per non fare di me un santino, ti racconto cosa mi ha detto un carissimo amico un paio di settimane fa:
      Io- ou Fede, alla fine lo hai letto il mio romanzo?
      Federico- Belin Massi, ti giuro, ci ho provato. Sono arrivato alla quarta pagina, belin non ce la faccio, non mi piace.
      Non l'ho ucciso sul posto come avrei voluto, come si faaaaa, è un amico da oltre 25 anni, però...
      Come vedi è anche la vita di tutti giorni a correggere la rotta di eventuali derive verso l'autocompiacimento.
      Io ascolto, minchia se ascolto :D (questa chiosa al discorso è da vero scrittore, ne converrai gh gh gh)

      Elimina
    2. Però... il tuo amico legge spesso? Può apprezzare quel tipo di narrativa?
      Vedi, è sempre la solita questione delle recensioni finte o del beta-reader della cerchia stretta: non servono a nessuno. L'episodio che hai riportato (anche se magari a livello personale ti avrà toccato) è un riscontro che tu puoi utilizzare conoscendo la persona: perché non arrivo a lui (come caso specifico ok, ma potrebbe suggerirti una tipologia di lettore)? Oppure: mi interessa davvero arrivare a quel "tipo di lettore"?
      Spero sia chiaro che non è un processo alla persona, ma un uso critico del fatto in sé.

      Vabbè, sono stata abbastanza pesante, posso ritirarmi XD

      Elimina
    3. Ma certo Glò, le variabili sono tantissime. In merito alle recensioni, credo che chi me le ha fatte sia stato sincero, sui vari siti poi, ne ho un numero così limitato che se ci fossero intenti fraudolenti... ne avrei a decine e decine, ci sono siti che si offrono dietro compenso, li conosciamo tutti no? Io vado avanti piano piano, passo passo, tricchete tracchete (hahahaha mi è venuta così, scusa hahahaha). Tornando seri, non ho in mente una tipologia di lettore, scrivo storie e basta, ci penseranno gli altri a inquadrarle.
      Anche tu sai come la penso su di te, quindi ciantila lì, non sei pesante. Com'è l'emoticon delle boccacce hehehehe

      Elimina
  4. Tu non puoi ma se vuoi lo meno io per te😂 ma non si può ahahahah
    Però almeno è stato sincero ☺
    Il successo, secondo me, anche se come dice Glò i soldi schifo non fanno) è in gran parte la soddisfazione personale per il riconoscimento ricevuto. Non solo i complimenti ma il riscontro di dialogo, richiesta di spiegazioni, confronto positivo coi lettori... quel dialogo che nasce e continua e dal quale lettori e autori hanno solo da imparare.
    Però bisogna essere grandi per saperlo.
    PS Ho detto grandi e non grossi 😉
    Aspetto con ansiail secondo!
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patri, ero tentato di mettere un po' di nomi, poi ho desistito per non rischiare di far torto a nessuno, tu saresti stato il primo nome della lista, la prima ad avermi letto e supportato nel mondo del blog. C'è una frase nel post che ti riguarda in particolar modo, non voglio essere melenso quindi non la ripeto. Un bacione grande come una casa 😂

      Elimina
    2. Ufff.... ieri sera ti ho risposto ed è sparito...
      Niente di particolare. Volevo solo dirti.... smack!

      Elimina
    3. Patri, per te lo Smack è doppio, triplo 😂😂

      Elimina
  5. Mi piace! (in mancanza della manina, insomma). :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Belin Salva, ma sei logorroico eh? Ti dilunghi troppo, lo dico sempre 😂😂😂😂😂😂
      Scherzi a parte, Grazie.

      Elimina
  6. Quasi un anno? Però. Alla grande, ho letto solo opinioni super mega positive, io al prossimo giro di acquisti, l'ho già promesso. Belle le tue parole sincere sul successo, e anche che tu abbia già un nuovo romanzo che bussa. Un abbraccione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandra, tu puoi ben capire le sensazioni che descrivo. Un abbraccio anche a te.

      Elimina
  7. Belin, tanto di cappello. Devo scoprire l'ingrediente segreto che lì dalle parti di Genova mettete nel pesto... :-)
    Congratulasssssssioni. :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dario, grazie. L'ingrediente segreto del vero pesto lo difendiamo sino alla morte. Grazieeeeee 😂

      Elimina
  8. Oh ma che bello hai finito un nuovo romanzo! È fantastico, io credo sia il momento più emozionante della fase scrittoria o scribacchina che dir si voglia...per il tuo primo romanzo sono contenta di aver contribuito, pensa che mi sono impegnata parecchio per procurarmi il cartaceo, però ne è valsa la pena, è un bel romanzo caro Max. In bocca al lupo per questo nuovo, soddisfa presto le nostre curiosità al riguardo...aspettiamo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia, grazie. Non ci si ferma mai, anche tu ne sai qualcosa. Sì, quando ho scritto il finale sono rimasto quasi un ora con lo sguardo ebete e un sorriso stampato sulla faccia. Un salutone grande.

      Elimina
  9. Già passato un anno? Ah, però...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sì, pensa che questo è solo il secondo post fatto da me che dedico al libro, anche se non sembra, tutti i post nel web sono stati fatti da lettori e amici della bologosfera, è questa la bella soddisfazione di cui parlavo.

      Elimina
  10. Bello tutto, in primis il tuo Joshua, poi, a seguire, le tue parole accorate (si vede che escono dal cuore e questo in un mondo relativo come quello virtuale è un gran pregio), il tuo entusiasmo, la tua umiltà, la tua gratitudine. Bello tu! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina, tu sai e conosci molto bene i sentimenti che animano un autore, tutte le dinamiche emozionali sono anche tue. La riconoscenza è un sentimento molto bello, la cosa che hai fatto tu, e quella che anche altri hanno fatto, la posso assimilare al gesto di una carezza dove chi la riceve posa la mano su quella dell'altro nella speranza che il calore del contatto duri il più a lungo possibile. Bella tu 😂

      Elimina
  11. Ciao Max, hai ragione, il successo non si misura con i numeri, il tuo è evidente dai tanti riscontri che hai avuto con Joshua. Il tempo per parlare di un bel libro non è mai sprecato. Aspetto il nuovo romanzo. Vai così che vai bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberto, tengo molto alla tua opinione, lo sai. Un caro saluto. Tu sei un grande.

      Elimina
  12. I "piccoli" numeri, e risultati, sono quelli che in realtà fanno andare avanti. Quindi: buon proseguimento ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì Marco, andiamo avanti a piccoli passi, lo sappiamo bene no?

      Elimina
  13. Grazie per il post e scusa il ritardo nel commentare!
    Che importanza avranno mai i numeri ( che tra l'altro ancora non hai) quando hai potuto conoscere tanta bella gente attraverso il pazzo mondo del web, che ti apprezza e ha stima di te e del tuo lavoro.
    Ma stai scrivendo qualcosa di nuovo?
    Guarda che io sono pronta per la prossima recensione sul mio blog e una minirecensione IG.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Mariella, ma che ritardo e ritardo. Sì, ho finito un nuovo romanzo, vedremo cosa farne. Intanto grazie per i complimenti. Anche tu, come molti, rientri nel grazie collettivo che era doveroso. Ho messo il link di tutti voi apposta perché si sappia bene che persone generose siete state.

      Elimina
  14. Ti faccio i miei complimenti e ricordati che quando vuoi il mio blog è sempre disponibile.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vincenzo, sei gentilissimo come sempre.

      Elimina
  15. Sono veramente lieta per te! .Ho letto la scheda del libro e devo dire che mi attira molto, è il mio genere.
    Volevo ordinarlo per posta , ma ho visto che la spedizione costa 9 euro.Vorrei evitare questa spesa e ti chiedo se posso trovarlo in libreria.
    Grazie.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristiana, ma che bello grazie. In merito a quello che dici, io non consiglio mai l'acquisto sul sito della casa editrice proprio per i costi, dico che è meglio o su amazon o si ibs, lì oltre tutto il libro è scontato e la spedizione costa pochi euro.

      Elimina
    2. Ordinato da AMAZON, euro 10.20, niente spese di spedizione, dovrebbe arrivare già domani.
      Poi ti dirò.
      CRISTIANA

      Elimina
    3. Wow, grazie Cristiana. A questo punto spero solo di non deluderti. Ora sino a che non mi dici se ti è piaciuto o no vivo con ansia.

      Elimina
  16. Quanto mi sei nel cuore Massimiliano mio, con questa tua smisurata franchezza che ti punta diritta all'anima, modestia perchè vale più una parola a favore fatta con l'anima che mille sfumature di iprocrisia...e scrivi ancora ti prego, non sono obbiettiva a far recensioni e il mio tempo me lo impedisce spesso compreso le grane quotidiane che aumentano a dismisura. Ma sai che ti porto sempre con me, perchè ti sento tanto simile e da dove arriva questa certezza devo ancora scoprirlo, ma so di non sbagliarmi!
    Lascia perdere questo scrittorucolo che ti vuol tirare una campana....vai dritto per la tua strada , ormai è segnata e poi non contento ti spingerai oltre , parola di ariete!
    Bacio notturno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella, riesci sempre a rendere i tuoi commenti carichi di affetto. Sono cose che scaldano il cuore. Grazie di tutto, speriamo bene. Un bacione anche a te, tieni duro, tieni duro.

      Elimina
  17. Non ho ancora letto Joshua ma rimedierò sicuramente. Purtroppo i miei tempi sono geologici, ma lo farò! Intanto un in bocca al lupo per la nuova fatica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Diego, ci mancherebbe. I libri si leggono quando è il momento e se sono loro a chiamarci. Ho letto il tuo ultimo post e mi ha molto colpito, complimenti.
      Grazie per gli auguri.

      Elimina
  18. ARRIVATO! Saluti alla tua numerosa famiglia.
    Cristiana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaah hai letto la dedica allora, hahahaha eeh sono un casinista, altro che famiglia allargata. Grazie Cristiana. Spero davvero che ti piaccia.

      Elimina
  19. Un nuovo romanzo, benissimo! Si fa finta di niente e intanto si produce eccome! ;-)

    Per quanto riguarda le soddisfazioni che hai avuto con "Joshua", posso confermare che sono le stesse che ho avuto io, specialmente con "Il pittore degli angeli" e soprattutto da parte di emeriti sconosciuti che non solo lo hanno comprato e letto, ma lo hanno regalato per Natale. Complimenti sinceri che fanno bene e incoraggiano, proprio perché genuini. Non ho avuto modo di scrivere una recensione di "Joshua", ma solo perché sono stata subissata da un grosso impegno che presto si svelerà; ti ho scritto però un commento con complimenti di vero cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina, intanto grazie per la visita graditissima. Sono contento proprio perché tu sai bene a cosa mi riferisco. Poi, cavoli, sapere che tu ti sia presa la briga di leggere Joshua, mi ha fatto gongolare e non poco. Aspetto che il misterioso lavoro cui stai lavorando sia svelato. Intanto ancora grazie e un abbraccione grande.

      Elimina
  20. Sei una gran bella persona e per me è stato un piacere segnalare il tuo libro sul mio blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nick, sei anche tu nei ringraziamenti. Non mi scordo che hai voluto dedicarmi una vetrina nonostante la poca attinenza del mio Thriller rispetto agli argomenti che tratti. Comunque a prescindere da tutto il resto, hai dimostrato una grande generosità. Sei tu che sei una bella persona. Sono io che sono in debito con te. Io sono un po' all'antica, certe cose non me le dimentico. Un grande abbraccio.

      Elimina
  21. Ciao Max! Torno a leggerti dopo un paio di mesi che mi hanno vista lontano dalla blogosfera. Be' non sono stata improduttiva nemmeno io, condividiamo questo momento e tante sensazioni legate al nostro romanzo pubblicato quasi un anno fa. Anche io aspetto l'editore giusto per una nuova avventura, chi lo sa, magari tra qualche mese parleremo anche di questo. Per una seconda pubblicazione e tante tantissime soddisfazioni. Quelle più vere, di cui ne scrivi benissimo anche tu. Ti abbraccio. A presto, Vale.

    RispondiElimina
  22. Ciao Max! Torno a leggerti dopo un paio di mesi che mi hanno vista lontano dalla blogosfera. Be' non sono stata improduttiva nemmeno io, condividiamo questo momento e tante sensazioni legate al nostro romanzo pubblicato quasi un anno fa. Anche io aspetto l'editore giusto per una nuova avventura, chi lo sa, magari tra qualche mese parleremo anche di questo. Per una seconda pubblicazione e tante tantissime soddisfazioni. Quelle più vere, di cui ne scrivi benissimo anche tu. Ti abbraccio. A presto, Vale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valentina. Tu hai avuto un anno ricco di tutto quello che una persona può desiderare. Super mamma.
      Ho letto il tuo romanzo, dopo che se lo era sequestrato mia moglie, mi hai lasciato senza fiato.

      Elimina
  23. Che altro aggiungere? Complimenti! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavoli, questa visita non me l'aspettavo. Grazie, è un onore. Una delle più grandi traduttrici che visita il mio blogghetto ... si vede il gesto mentre soffio sulle dita e le strofino sulla camicia? 😉

      Elimina
    2. A beneficio dei visitatori lascio il link del blog personale e di quello professionale di Silvia Pareschi: http://ninehoursofseparation.blogspot.it http://silviapareschi.blogspot.it
      Grazie a Glò per avermela fatta conoscere.

      Elimina
  24. Sì, è vero, pubblicare senza una grossa casa editrice alle spalle (e quindi senza pubblicità) ti fa gradire di più i riscontri positivi, le recensioni inattese, gli apprezzamenti che ti fanno pensare che, in fondo, allora un minimo di talento a scrivere ce l'hai.
    E quindi, goditi queste soddisfazioni e... avanti col prossimo romanzo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ariano, apprezzo molto quello che mi scrivi. Spero di ritrovarti presto pimpante e in forma. Sei mancato parecchio a molti di noi.
      Un caro saluto.

      Elimina
  25. Posso dirlo una volta per tutte e fuori dai denti?
    ECCHEPPALLE CON 'STO SCRIBACCHINO!!!!
    Ma l'hai finita, sì o no?
    Tu non sei uno scribacchino, sei uno scrittore di quelli veri.
    E pubblica il prossimo libro in fretta, perché è ora di mettersi sotto il piumone con una tazza di tè e un buon libro!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fedeeeeee hahahahaha tu mi scaldi il cuore. Un bacio grande come una casa, di quelli che fanno perdere l'equilibrio.

      Elimina

I commenti sono graditissimi, nessuna opinione verrà censurata. Grazie a chi avrà voglia di lasciare un segno del suo passaggio