scrivere per vivere vivere per scrivere

scrivere per vivere vivere per scrivere
La lettura di tutti i buoni libri è come una conversazione con gli uomini migliori dei secoli andati. (René Descartes) ********************************************************************************************** USQUE AD FINEM

martedì 30 agosto 2016

Insieme Raccontiamo 12. Finale horror, hard, snack, trak, blok, quello che volete voi



Eccoci qui, ancora una volta partecipo con gioia alla bellissima iniziativa di Patricia Moll e del suo gioco di aggregazione "Insieme Raccontiamo" che in questa puntata festeggia un anno di spensierate facezie e intelligenti scambi tra blogger che hanno voglia di mettersi in gioco con spirito di gruppo e, seppur virtuale, sentimento di amicizia.
Ora… voglio sorvolare sulla devastante immagine che alcune blogger hanno voluto fornire del sottoscritto, manderò loro il conto dell'analista hahahahahaha. Mi sono molto divertito a leggere gli interventi di tutti/e. Propongo un finale folle, com'è nel mio stile. Spero possa strappare un sorriso ai coraggiosi lettori.
E ora via al ballo.

L'incipit di Patricia
Su una spiaggia, due uomini sulle loro sdraio, sussurravano. Uno dei due chiese all'altro: - E i due desaparecidos?
-Chi? Il Pg e il Mich? I fantasmi di quel blog.. come si hiama... Fanno le sabbiature – e indicò due cumuli di rena da cui spuntavano solo i piedi ad una estremità e i cavetti collegati a due ipod dall'altra. - ma... shtttt! Che se ci sente....
- Mou belin! Ma vuoi che ci senta fin qua? Mica sa dove siamo..
- Eh...miha sa dove siamo.... Maremma proustiana! Non mi fido. Ha orecchie e occhi dappertutto. Mai fasciassi la testa prima d'avella rotta ma....
- Uhm... c'hai ragione, belin.. Ti ghe ragiun
- E poi tu lo sai... home rompe i hohomeri quella, miha li rompe nessuno
- Speremu!
- Eggià! Un se ne pòle più!
Anche i due cumuli di sabbia ebbero un movimento sussultorio. Pure i desaparecidos tremavano a quella possibilità.
In quel momento, si alzò uno strano vento. Tutto era immobile. Non un granello di sabbia si spostava ma verso di loro avanzò un venticello rovente che fece cadere ai loro piedi un foglietto.
Incuriositi lo presero e lo lessero. Sbiancarono.
C'era scritto

Terrorizzati si guardarono attorno.
- Nooooooooooooooooooo!!!!! - urlarono all'unisono.
Al loro grido, i due cumuli di sabbia scoppiarono come geyser buttando sabbia a metri d'altezza.
Il Pg e il Mich furono dritti, bianchicci come latte solo i piedi arrostiti dal sole, in mano piadine e arrosticini.
Guardarono nella direzione indicata dagli altri e videro...

Il mio finale
e videro …
… sorgere dal mare una piattaforma di acciaio luccicante, una volta che le acque l'ebbero abbandonata, delle figure vestite di nero e dagli occhi rossi lampeggianti si stagliarono sul bordo della struttura terrificante. Improvvisamente un urlo feroce scuote la calma apparente.
«STAKKA BLOGGEEEEEER, A ME!!!!!»
Era la temibile Patricia Moll, teschi sbiancati dal sole di blogger assenteisti adornavano la sua cintura, al fianco la spietata Glò detta "la vecchia segugia della blogosfera". La sua tuta di pelle nera era stata cucita con l'epidermide di numerosi blogger polemici, inseguiti, catturati e uccisi nel corso degli anni. Subito dietro Marina, chiamata "l'Amazzone del 31 dicembre", detta così perché se sbagliavi un congiuntivo era la fine dei tuoi giorni, scuotendo la testa e digrignando i denti caricava il suo fucile a pompa spara penne e calamai. Poco a poco tutte le altre componenti dello squadrone della morte si avvicinarono al bordo della piattaforma: ReginaZalieva, dal canto stordente e ipnotizzante; Marina Zanotta, con le sue trappole di colla e carta da rifascio; Federica Redi dallo sguardo che ti riduce a statua di ghiaccio. Molte altre cacciatrici-guerriere si avvicinarono pronte a lanciarsi in mare per raggiungere la spiaggia di nudisti, effimero rifugio del Vecchio Ivano detto "svrdbnv" in una lingua segreta parlata in altrettanto segreti circoli esoterici, del Meno Vecchio Max detto "il conciso", e dei due improvvidi latitanti Mik & PG completamente ricoperti di rossetto, frutto di languidi baci di centinaia di ninfette adoranti.
A quella vista i quattro, completamente nudi, incominciarono a fuggire. Sabbia scalciata, sdraio rovesciate, ombrelloni abbattuti, vecchiette in costume adamitico che tentavano di immobilizzare Mik & PG, psichiatri in ferie che guardando L'Ivanone e il Max prendevano appunti … il caos.
Una musica sempre più alta incominciò a udirsi: la cavalcata delle Valchirie.
Tra le onde, le cacciatrici nuotavano con foga incitandosi l'una con  l'altra emettendo urla belluine. Volevano il sangue. Ehem,  in alternativa un Caipiroska, in ogni caso qualcosa avrebbero avuto … il bar della spiaggia era aperto.
I primi a cadere furono Mik & PG, le nonnine erano in realtà agenti in incognito della Stakka Blogger Inc. appostate lì da mesi. Una fine orribile, devastati da coccole e buffetti e ingozzati sul posto da fette giganti di torte di mela. Urla agghiaccianti. L'orrore allo stato puro. Il povero PG in un ultimo momento di lucidità recitò il teorema di Pitagora cercando conforto da quello strazio. Mik perse conoscenza e fu attraversato dai ricordi di tutta la serie in lingua originale di Jeeg Robot d'acciao.
Il Vecchio Ivano e Max il conciso trovarono rifugio in una cabina. Appesi e in bella vista due impermeabili.
«Ivanone, siamo circondati indossiamoli e cerchiamo di distrarle, poi approfittiamo della confusione e fuggiamo.»
«Ma come, mio parco di parole e timidissimo amico?»
Max indossò l'impermeabile, e come nella migliore tradizione dei celebri Don Giovanni genovesi, aprì all'improvviso mostrando con un cenno del capo la sua propaggine più segreta.
«Eeeh? Che te ne pare Ivanone
Il vetusto e consumato blogger Ivano guardò giù scuotendo il capo.
«Caro reticente e stringato amico … che dire … INFINITESIMALE!!!!»
Piccato dall'ingiusta valutazione dell'anziano blogger, Max invitò l'amico a fare altrettanto.
Ivano non si fece pregare, in un lampo aprì l'impermeabile invitando il giovanissimo amico a constatare.
«Ivanone … che dire … one one, sarà merito dell'acqua di toscana o del polline di cipresso… perbacco… one one.»
Il vecchio Ivano tralasciò di raccontare che il suo antico compagno di baldoria Henry Miller si era ispirato alle sue gesta nello scrivere molti dei suoi romanzi.
«Comunque non è cosa!» Disse Ivano.
«Non ci resta che la resa. È finita.»
I due poveretti aprirono la porta della cabina. Con il volto sferzato dal vento rovente di un agosto implacabile, ammirarono la compagine serrata delle Stakka Blogger. Erano pronti ad affrontare le conseguenze dei loro atti. Con un gesto di sfida alzarono i menti e offrirono i polsi alle catene.
Uscì dal gruppo la tremenda Patricia Moll, subito dietro l'implacabile Glò sogghignava mentre sgranocchiava crudele le ditina mozze di un blogger incauto catturato la sera prima.
«In virtù del valore dimostrato e dei trascorsi onorevoli, abbiamo deciso di commutare la vostra pena. Non più la morte. Per Ivano tutta la retrospettiva dell'ispettore Derrik con sottotitoli in genovese. Per Max la lettura di 50 sfumature di grigio con commenti a piè di pagina di Federico Moccia
I due rimasero basiti, l'aver salva la vita apparve all'improvviso una cattiveria disumana.

«AAAAAAAH!!!!» Max si svegliò di colpo. Era stato solo un sogno, un brutto incubo. Si voltò e vide il vecchio Ivano che ancora addormentato borbottava nel sonno, invero altri suoni furono emessi. Decise di alzarsi da letto e prepararsi un caffè, prima però volle accendere la televisione. Rimase di ghiaccio. Una figura apparve sullo schermo. MARINA, l'Amazzone del 31 Dicembre. Con un ghigno satanico imbracciava un fucile a pompa e sogghignava crudele.
« Ghhahahahahahahahahaha»

Max svenne, cadde come morto corpo cade. La sadica risata fu coperta per un istante da un rimbrotto, Ivano fece trombetta. Lo schermo si spense.
         Fine.

46 commenti:

  1. Stavo per andare a dormire quando ho visto su G+ la pubblicazione del tuo finale. Come resistere?
    Uahhhhhaaaaa 😃 troppo bello e divertente. Un applauso! Hai tenuto brillantemente testa alle Strakka blogger ... Domani a colazione me lo rileggo così inizio bene la giornata; sorridendo 😆
    Alla tua prossima infinitesimale.
    Notte Marina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina, io mi sono divertito a leggere tutti e a scrivere. Quattro risate e un mucchio di sorrisi, cosa c'è di meglio.
      Buona notte anche a te.

      Elimina
  2. Ora mi ricompongo XD La citazione colta finale farà felice Ivanone ahahahah!
    Per il resto, oh son io ^_^ Quasi quasi per quella tutina mi organizzo XD
    Bravoooooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Belin Glò, ma ti rendi conto? Una persona seria come me... hahahahaha. Bè Dante ci stava per L'Ivanone. La tutina è una figata vero?

      Elimina
    2. Oh sì *__*
      Ma i miei compagnucci di blog, son sopravvissuti o no? In caso mi organizzo XD

      Elimina
    3. Rapiti dall'unità geriatrica della Stakka Blogger inc. hahahahaha

      Elimina
  3. Nooooo, ahahahah! Che bel risveglio, ahahahahahahahah!
    Sei un grande Max! Grande autoironia e ottima vis narrativa!
    La parte hard è notevole, ahahah! e il finale... che te lo dico a fa?
    Mi raccomando, metti nella lista delle tue inezie esistenziali la recensione dei commenti di Moccia sulle "cinquanta sfumature", ahaha!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, ma che grande, solo alto. Mi son divertito tantissimo anche io. L'auto ironia è un bene prezioso.

      Elimina
  4. Grande Massimiliano, dvertita ma non stupita perchè già conscia delle tue capacità di narratore.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristiana, son scemotto eh? Son contento ti sia piaciuto.

      Elimina
  5. MAX.... ahahahhaahhahahahahhahahahahaha grande grosso ed esibizionista! AHAHHAHAHAHAHAHH
    E corrompermi anche Ivano, così serio.... ahahhahahahaahhaha
    Sei un mostro di bravura e non rspondermi solo mostro eh...
    Comunque preparati!
    Si prepari al mio finale signor Max il Conciso ahahhahahahahahahaha
    Bacio e mega bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha questa volta l'ho fatta grossa, credo che Ivanone mi verrà a cercare per spaccarmi la tastiera sulla testa. Per il resto... ma che mostro di bravura sono un gran caxxeggiatore, anni e anni di esperienza hahahahahaha

      Elimina
    2. beh.. questo mese abbiamo cazzeggiato tutti insieme e al di là del momento veramente brutto, mi sembra proprio che IR 12 sia stato un vero successo, grazie a voi tutti!

      Elimina
    3. Sì, abbiamo cazzeggiato, ci siamo divertiti. Al dilà del momento brutto in generale e personale per alcuni di noi. Sguardo beffardo verso la sorte, sempre. Sempre.
      Ti voglio bene Patri.

      Elimina
    4. Yuk, la Zia Patri hehehehe. Ma che bello, grazie.

      Elimina
  6. Bellissimo anche questo finale. Anche tu da premiare. Siete bravissimi e divertentissimiii
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sinforosa, tutto merito/colpa dell'animatrice: Zia Patricia Moll (che poi siamo quasi coetanei hehehehe).

      Elimina
  7. E' quel quasi che è di troppo hahahahahaqhh

    Sinforosa, però tu sei mancata eh.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, quasi sfioro i cinquanta. Siforosa eeeeh bacchettata sulle dita, subito !!!

      Elimina
  8. Ohhh! Era da un po' di finali ormai che mi chiedevo quando sarebbe arrivata la spiaggia nudista. Alto... pardon, grande Max!
    Le mie gesta hanno ispirato Miller? Ebbene, sappi che hanno ispirato anche Omero...
    E sììììì, la retrospettiva di Derrick la voglio!!! 287 episodi con 284 casi risolti e 3 no! E non mi ricordo quali sono i tre irrisolti!:O
    Max, sei un grande, altroché! Che suonino le trombette di tutta la bloosfera al tuo passaggio, con sottofondo di tromboni e grancasse ^_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha, ma sì, buttiamola sul ridere. Per inciso, sapevo di Omero ma le fonti sono imprecise quindi ho glissato. Frizzi e lazzi per tutti in questa edizione, è bello così. Mio caro Ivano, salace, mordace, pungente, sferzante, tagliente, grandissimo e coltissimo blogger... mi becco tutta mazurka di trombette e tromboni con allegria, ad altro non posso aspirare.
      P.S. molto meglio Derrick che il contrappasso che è toccato a me :D

      Elimina
    2. No, please, le grancasse della blogosfera noooo! Ahahah!,

      Elimina
    3. Hahahahaha non lo contraddire Marina, non lo contraddireeeee

      Elimina
    4. Vedi come se la ride Ivanone, sembra il gatto del Cheshire XD
      (Temo che a breve la spedizione verrà organizzata per mettermi a tacere... :P)

      Elimina
    5. Okkio Glò, è già partita la spedizione ghghghghghg

      Elimina
  9. Molto bello anche il tuo finale.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  10. Ma questa è fantasia allo staro puro la più adorabile, presa per i fondelli che abbia mai letto, ma tirata su e svezzata così bene da essere considerata dalla sottoscritta altamente intrigante.
    Curiosa sopratututto dall'impermeabile di sir Ivano..
    Sei uno splendore Massimiliano!!! bacissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella, belin ma lo sai che non riuscivo nemmeno a scrivere perché da un lato ridevo da solo come uno scemo, dall'altro avevo mio figlio che si arrampicava sulle spalle e si lanciava sul divano.

      Elimina
  11. Max mi hai fatto morire dal ridere tra te e Ivanone con gli impermeabili... Bravissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia, eeeh io e Ivanone one one hahahahahaha

      Elimina
  12. UAHAUHAUAUAHAUAHAUAHAUAA... IO NON CE LA POSSO FARE!!!... all'infinitesimale e all'one one mi sono strozzata dal ridere!!! L'anno prossimo per festeggiare foto in impermeabile per tutti i maschietti di IR: propongo a Patty... muahmuahmuhamuha...

    Io potrei avere uno Spritz in mancanza del sangue? ... :))...

    Grandioso... ed audace!!Beeello :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son scemo eh hahahaha, mi sono divertito un casino, la difficoltà è stata quella di non esagerare con terminacci dialettali pesanti. Forte questa iniziativa di Patricia, tutti belli i finali. Tutti.

      Elimina
  13. Max, che pena terribile, le 50 sfumature con le note di Moccia... meglio la morte! Comunque, per un attimo ho temuto che, dopo la scena dell'apertura dell'impermeabile, il tuo "nom de plume" diventasse Max il (cir)conciso ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberto, che cazzaro che sono eh? Mi son divertito un po' a prendere in giro me stesso e il granitico Landi

      Elimina
  14. Mannaggia che ero in vacanza, mi sarebbe piaciuto partecipare alla caccia dei desapasidos!
    Grande Max, molto divertente.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariella, meglio la vacanza direi, per questo ci saranno altre occasioni. Grazie, un abbraccio anche a te.

      Elimina
  15. Ma con questa puntata di Insieme Raccontiamo non si smette mai di ridere?
    Massimiliano, mi sono sbellicata.
    Bravissimo.
    Superlativa la parte a luci rosse .... ahahhha ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaaah, hai visto Fede? E sei stata pure nominata :D

      Elimina
  16. Ahahahahahahah!
    Quanti nomi conosciuti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Nick, cazzeggio puro, ogni tanto ci vuole.

      Elimina
    2. Mancava il tuo Nick ma lo sai perchè? 😅

      Elimina
    3. Diglielo Patri. SGRIDALO !!! Belin solo a me i cazziatoni? Hahahahahaha

      Elimina
    4. Strega Patricia all'attacco!!!!!!! 😂
      Ma no.. che siete le mis stelle!

      Elimina

I commenti sono graditissimi, nessuna opinione verrà censurata. Grazie a chi avrà voglia di lasciare un segno del suo passaggio